Lettera aperta

atletico europaCari Consiglieri, Genitori e Atleti

sono passati due anni da quando abbiamo cominciato questa avventura insieme e questa lettera vuole essere innanzitutto e soprattutto un modo semplice di dirvi GRAZIE.
Sono stati due anni intensi, con alti e bassi, con risultati positivi e delusioni ma contraddistinti sempre da un impegno costante da parte di tutti, ognuno nei rispettivi ruoli e compiti. Sono stato e sono orgoglioso di voi e di quanto abbiamo fatto, partendo da zero e con quasi tutto e tutti contro.
Io ho cercato in questi due anni di essere, nel limite del possibile e delle mie capacità, un presidente al di sopra delle parti, cercando di mediare in quei momenti di difficoltà che inevitabilmente si incontrano sul proprio percorso. Non sempre ci sono riuscito così come non sempre ho agito nel modo che alla fine si è rivelato essere il migliore. Errori si commettono e nella mia intenzione c’era quella di commetterne il meno possibile. Non so se e quanto ci sia riuscito ma non spetta a me dover giudicare, lascio a voi e ai ragazzi questo compito.

Questa sera, come immagino saprete tutti, si chiude una pagina e se ne apre un’altra, una nuova avventura che nelle intenzioni si avvicina sicuramente a quello che era il nostro scopo iniziale, creare una realtà che desse ai ragazzi del nostro territorio quello che si meritano, dal punto di vista tecnico e organizzativo. Sarà notevole il passo avanti sotto questi due punti di vista e sono certo che avrete sotto questo aspetto il meglio che può offrire la nostra zona, con persone competenti sia sportivamente che managerialmente. Quindi vi lascio in ottime mani e di questo sono fermamente convinto.
Io personalmente non farò più parte di questa nuova avventura ma vi accompagnerò nella fase transitoria. Ci sarà comunque tutto il mio appoggio, morale e materiale, per riavviare quell’enorme macchina organizzativa che una società sportiva dilettantistica richiede.
Ritengo che la scelta di creare questa nuova realtà, fondendo l’Europa e l’Atletico Roero, sia tanto inevitabile quanto vincente. Personalmente però non sono più in grado di dare quanto dato in precedenza e quanto necessario ora, svuotato da questi due anni intensi, forse anche troppo, che mi hanno lasciato pochi stimoli ed energie mentali.
Se fare calcio diventa un peso, ci si trasforma in un peso per gli altri, perché senza motivazioni e entusiasmo si diventa freno e non carburante, tutto il contrario di quello che invece ha bisogno una neonata società.
La mia decisione, sofferta e meditata, non ha nulla a che vedere con l’eventuale mio ruolo nella futura società ma semplicemente la presa di coscienza del fatto che sia meglio staccare la spina, almeno per un po’ di tempo. Avrei fatto la stessa scelta anche in caso di continuità dell’Atletico, essendo il mio mandato giunto al termine e anzi egoisticamente, il sapere di lasciarvi in ottime mani e con un progetto migliore, mi ha reso il tutto molto più semplice.

Vi ringrazio per quanto mi avete dato tutti in questi due anni, in un’esperienza che mi ha reso, spero, una persona migliore e che sicuramente mi ha fatto imparare,crescere e maturare, umanamente e professionalmente.

Un abbraccio.
Andrea Delsanto

SPLENDIDA GIORNATA DI CALCIO AL TORNEO “COMUNE DI PRIOCCA”

Altro grandissimo successo nella seconda domenica del Torneo “Comune di Priocca”, questa volta dedicata alle categorie Esordienti 2003 a 11 giocatori e Piccoli Amici 2007. La giornata è stata caratterizzata dal bel calcio e dalla correttezza di tutti gli atleti presenti in primis e poi di allenatori e dirigenti che si sono distinti nel fair play, come sempre dovrebbe essere nelle categorie giovanili. Per il torneo degli Esordienti 2003 erano presenti: Atletico Roero, Sommarivese, Pro Settimo Eureka e Nuova Sco nel primo girone e Cheraschese, Sportinsieme, Roretese e Colline Alfieri Don Bosco nel secondo. A passare il turno e ad accedere alle semifinali sono l’ Atletico Roero (3 vittorie su 3 gare disputate nel girone di qualificazione) e la Pro Settimo Eureka che hanno affrontato rispettivamente Cheraschese e Colline Alfieri (anch’essa solo vittorie nella fase a gironi). Al termine di due combattutissime semifinali sono la Cheraschese e la Pro Settimo a spuntarla e a giocarsi la finalissima, l’Atletico Roero si deve accontentare di un pur ottimo terzo posto (battuto nell’ultima gara il Colline Alfieri per una rete a zero). Vince la coppa più prestigiosa la Cheraschese che batte in finale una combattiva Pro Settimo Eureka.

Bellissima anche la manifestazione dei Piccoli Amici 2007 dove si sono affrontate l’Atletico Roero, lo Spartak San Damiano, due formazioni del Saluzzo, due della Roretese, il San Cassiano e lo Sportinsieme in una giornata che ha visto i piccoli atleti delle società presenti divertirsi giocando a calcio.

Un ringraziamento a tutte le società, agli atleti, agli allenatori e ai genitori che hanno partecipato e a quelli che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione. Appuntamento a domenica 31 maggio con l’ultimo atto dei Tornei Primaverili Atletico Roero.

VAMOSS ATLETICO!!!